WelcHome
21.12.2014 – 7.03.2015

A tre anni dalla sua fondazione, La Galleria SWING è felice di celebrare l’apertura del nuovo spazio espositivo. In occasione di questo evento speciale è presentata WELCHOME, una mostra collettiva che esplora l’intimità di una casa privata attraverso una selezione di oggetti-icona per l’arredamento: lampade, poltrone, sgabelli, un set di piatti, vasi, un grande tappeto. I lavori selezionati per questa mostra sono stati realizzati da un gruppo di designers dalle differenti origini geografiche e sociali, e che dunque con differenti modalità esprimono la loro creatività. WELCHOME presenta opere di Julian F. Bond (UK), Marina Dragomirova (Bulgaria) and Iain Howlett (UK), Julie Lansom (Francia), Jungin Lee (Corea del Sud), Dahm Lee (Corea del Sud), Franziska Wernicke | detailF (Germania), Milena Krais (Germania), Andrea Magnani e Giovanni Delvecchio (Italia), per la maggior parte realizzate in esclusiva per la Galleria SWING.

Julian F. Bond (Abu Dhabi, UAE, 1984). Vive e lavora a Londra. I PIXEL VASES vengono realizzati da Pixel Casting Machine, un macchinario ideato dal designer per produrre vasi unici in ceramica. Il lavoro di Julian F. Bond nasce da una fascinazione per i processi di produzione e da un’analisi di come questi possano essere reinterpretati e resi unici mediante interventi manuali. Il risultato di questa singolare ricerca è un universo oggettuale che mescolando artigianale e industriale esalta le potenzialità dei materiali e il fascino dell’imperfezione.

Marina Dragomirova (Plovdiv, Bulgaria, 1983) & Iain Howlett (Truro, UK, 1980). Vivono e lavorano a Londra. STELLAR è una collezione di lampade uniche in vetro realizzate mescolando oggetti vintage in vetro con l’avanzata tecnologia della luce L.E.D. Ogni lampada è formata da elementi in vetro che sono stati attentamente selezionati tra i negozi di articoli usati trovati nei dintorni dello studio di Londra della coppia di designer. “Per noi questo progetto combina il fascino del cristallo vintage con la tecnologia contemporanea della luce L.E.D., producendo un’inaspettata armonia”.

Julie Lansom (Montpellier, Francia, 1987). Vive e lavora a Parigi.RAINBOW COLLECTION è una collezione di lampade prodotte in esclusiva per la Galleria SWING. Per molto tempo fotografa e ora designer, Julie Lansom è un’artista versatile che oscilla tra la sua macchina fotografica e il suo studio di design. Sputnik è stato il nome dato al primo satellite Russo mandato nello spazio negli anni ’60. Le lampade Sputnik si ispirano allo spirito retro-futuristico di queste navicelle e all’estetica grafica degli anni 60-70.

Jungin Lee (Gwang-ju, Corea del Sud 1985). Vive e lavora tra Londra e Seul. FROZEN esplora una nuova modalità processuale di creare oggetti da arredamento. Affascinata sia dal procedimento industriale che da quello manuale, Jungin Lee prova a combinarli insieme, sperimentando materiali e tecniche, così come nuove caratteristiche estetico – formali. Ispirandosi alla tecnica origami, ogni pezzo Frozen vieneprodotto individualmente con una capacità di modularsi che genera una forma inaspettata; la designer trasforma un procedimento industriale in un procedimento manuale.

Dahm Lee (Augsburg, Germania, 1986). Vive e lavora a Berlino. QUADRAT è un oggetto grafico utilizzabile. Ispirandosi alle forme volumetriche dell’esagono e del pentagono, la designer Dahm Lee aggroviglia e piega strutture rettangolari per creare Quadrat, uno scaffale modulare. L’oggetto scultoreo suggerisce di essere utilizzato liberamente nella sua funzione.

Franziska Wernicke | detailF (Berlino, Germania, 1984). Vive e lavora a Berlino.  ROOM MOMENT C3 è un tappeto prodotto in edizione limitata.L’effetto della sfumatura e del colore in gradazione rende il tappeto tridimensionale, invitando lo spettatore/fruitore a sperimentare una nuova dimensione interiore. detailF è lo studio di Berlino della textile designer Franziska Wernicke.

Milena Krais (Pforzheim, Germania, 1986). Vive e lavora ad Amburgo. DEFORM STARDUST è una coppia di poltrone che fa parte della Collezione DEFORM. Il progetto indaga l’universo della bellezza attraverso una personale riflessione che ne mette in luce gli stereotipi nella cultura contemporanea. “Le sedute Deform sono allusioni alla deformazione del corpo in differenti modi. Deform  mostra al secondo sguardo imperfezioni proprie del corpo umano, come grumi e gonfiori. Nonostante queste alterazioni, Deform riesce a conservare uno standard estetico attraverso la scelta del colore e l’omogeneità delle superfici lavorate a maglia. Deform ci sfida a mettere in discussione la contraddizione tra  bellezza e  bruttezza e a rompere con l’ossessione di inseguire il corpo perfetto”. Milena Krais

Andrea Magnani (Faenza, Italia, 1983) e Giovanni Delvecchio (Cesena, Italia, 1981). Vivono e lavorano  tra Faenza e Milano. GALACTICA è una prima serie di ceramiche per la tavola in cui l’universo sembra aprirsi per offrire all’uomo il suo nutrimento.La ricerca di Magnani e Delvecchio condivide la fascinazione per quella dimensione umana che ogni oggetto cela in sé. Esprimendosi con un linguaggio narrativo e concettuale, il duo sperimenta nuove ritualità domestiche che fanno vacillare i paradigmi del design.